AVVISO

La Chiesa Anima Universale COMUNICA
che la celebrazione delle funzioni domenicali delle ore 10 (Darshan)
è temporaneamente SOSPESA fino a NUOVO AVVISO.
(Vedi www.animauniversale.it)


mercoledì 6 gennaio 2016

L'augurio della Roccia


Leggendo su facebook questo augurio del Prof. Luciano... Roccia di nome e di fatto :-)... amico di Swami Roberto e della nostra comunità da ben oltre 20 anni, oggi mi fa piacere ricordare anche questa sua testimonianza di inizio millennio (Pubblicata nel 2001 sul sito di Anima Universale http://www.animauniversale.it/it/testimonianze ) :

«Roberto è senz’altro...

un personaggio particolare e segnato probabilmente dal destino. Dotato di una straordinaria sensibilità, di una particolare intuizione e senz’altro di un penetrante spirito d’osservazione, entra dentro di voi col suo sguardo e vede chiaramente i problemi che vi assillano.
Moderno “Sciamano” di un mondo occidentale dove i guai e gli inquinamenti legati ad un irrefrenabile progresso coinvolgono l’essere umano, prostrandolo ed ammalandolo non solo fisicamente ma soprattutto della perdita di valori spirituali, con la sua visione olistica dell’uomo e con delle doti che molti definiscono “paranormali” attira attorno a sé migliaia di persone che trovano in lui conforto e sollievo ai loro problemi sia spirituali che fisici.
Allontanato e combattuto dalla Chiesa Cattolica per aver “osato” affermare pubblicamente che Dio appartiene a tutti e non solo ai cattolici e che i giusti e i buoni sono tali anche se appartenenti a religioni diverse, ha creato un suo movimento “Anima Universale” dove viene praticato un vero Ecumenismo tanto predicato “a parole” dalle varie Chiese ma tanto combattuto nella realtà dalle diverse religioni come dimostrano anche le varie guerre a sfondo religioso del passato che ancora oggi pervadono il mondo intero.
A lui si rivolgono non solo “malati immaginari”, ma anche gravi casi che spesso trovano in lui un conforto che a volte la medicina ufficiale non sa dare.
Roberto non cura, dice che per questo vi sono i medici con molti dei quali collabora, ma a volte una sua parola o la sua preghiera servono più di un farmaco.»

Prof. Luciano Roccia
Direttore Istituto Italiano di Agopuntura.
Già Professore di Chirurgia generale,
Università di Torino