AVVISO

La Chiesa Anima Universale COMUNICA
che la celebrazione delle funzioni domenicali delle ore 10 (Darshan)
è temporaneamente SOSPESA fino a NUOVO AVVISO.
(Vedi www.animauniversale.it)


martedì 17 ottobre 2017

Quel miracolo del 17 ottobre 1992

(Testimonianza di Rina Zocca)

Il 17 ottobre 1992 sono andata ad Arso di Chiampo all’inaugurazione del nuovo tempio della nostra Chiesa.
Mi ricordo che pioveva a dirotto, però c’era ugualmente molta gente.
Quando sono entrata, le sedie erano tutte occupate e c’erano tante persone in piedi addirittura fuori dalla porta. Io stessa ero in piedi, e sono riuscita a mettermi vicino all’altare dalla parte della porta di sicurezza.
Quando è uscito ramia Giancarlo per cominciare la celebrazione ha detto: «Vedo con piacere e gioia che questa chiesa è già piccola...».
In Anima Universale celebriamo l’Eucarestia con il vino, il pane azzimo e della frutta per ricordare che Dio è la Vita, ed è presente anche nei frutti della terra.
Incredibilmente, nella confusione per l’inaugurazione nessuno si era ricordato di portare il pane azzimo; una signora aveva portato 6 mele che sono state tagliate in piccoli pezzi, ma pochissimi in confronto alle persone che c’erano.
Quella sera, la Comunione l’abbiamo fatta solo con il frutto.
Io questo fatto, che si erano dimenticati di portare il pane azzimo, l’ho saputo dopo... però, quando hanno fatto la consacrazione avevo osservato che le ciotole che adoperavano per distribuire la frutta erano quasi vuote, tanto che ho pensato: «Siamo così stretti che forse, per non far muovere le persone e causare caos, la distribuiranno solo alle prime file».
Poi, quando tutti avevano preso la Comunione, il Maestro ha detto: «Chi mi conosce sa che io non amo parlare di miracoli, però questa sera ne è successo uno: la moltiplicazione della frutta».
È vero, ho pensato, avevo visto anch’io che le ciotole erano quasi vuote, però la frutta è stata sufficiente per tutti, anzi… le ciotole con la frutta avanzata sono state messe sopra l’altare e tutti andavano a prenderne ancora.
Anch’io con grande emozione sono andata a prenderne ancora.
         Rina Zocca in Corato

P.S. Rina è mia mamma, che mi ha lasciato questa sua testimonianza.