AVVISO

La Chiesa Anima Universale COMUNICA
che la celebrazione delle funzioni domenicali delle ore 10 (Darshan)
è temporaneamente SOSPESA fino a NUOVO AVVISO.
(Vedi www.animauniversale.it)


martedì 9 febbraio 2010

Pensateci su

Quale straordinaria meraviglia è il pensiero, facoltà potentissima e bivalente che l'uomo può indirizzare verso le vette più alte dell'Amore, ma purtroppo anche verso i "burroni" della cattiveria e dell'odio.
Il pensiero è energia partorita dalla mente, che espande nei piani sottili vibrazioni di bene... oppure, purtroppo, anche di male.
Tuttavia, gran parte dell'umanità dimostra di non essere consapevole di questa potenzialità enorme.
Troppi si comportano come se i pensieri non producessero effetti, ignorando (o eludendo) la responsabilità connaturata a questa facoltà tipicamente umana.
Come sarebbe tutto diverso... se i pensieri odorassero!
Pensate se le preghiere ed i pensieri di amore profumassero... e quelli cattivi puzzassero orribilmente!
Non sarebbe più possibile nascondersi, falsità ed ipocrisia verrebbero clamorosamente smascherate!

Ecco... può sembrare che io stia descrivendo un fittizio mondo di fantasia, quando invece sto semplicemente parlando di una realtà sottile che esiste, e che per Dio è totalmente evidente.
Eppure, pensate: tanti si rapportano a Dio come se anche per Lui la dimensione dei pensieri fosse inaccessibile, e così si illudono di nascondergli qualcosa: pensano di "farla franca" credendo che Dio sia troppo indaffarato per accorgersi di loro.
Si esce dal vortice di questi umani paradossi, quando ci si ricorda che di fronte a Dio non esistono segreti e dunque quando ci si comporta di conseguenza... per esempio anche cercando di non rendersi responsabili del "fetore" emanato dai cattivi pensieri.

Personalmente, da quando sono diventato Ramia mi è molto più facile tenerlo a mente anche perché... in svariate situazioni vissute vicino a Swami Roberto... mi sono trovato a scoprire una sua particolare “dimensione”, legata alle energie sottili che aleggiano negli ambienti frequentati dalle persone.
Per esempio, mi è talvolta capitato di osservare Swami entrare in certi luoghi... nei quali l'ho visto avere delle “reazioni” ai miei occhi “strane” rispetto ai contesti in cui ci trovavamo.
“Strane”... finché non ho cominciato ad immaginare, almeno un pò, cosa possa voler dire per Lui contrastare le "perturbazioni" lasciate dai pensieri sbagliati di chi vi è transitato.

Pensandoci su... questa esperienza mi ha anche aiutato a capire il risvolto opposto della questione: grazie a Swami ho infatti "toccato con mano" la somma importanza di espandere nell'etere il "profumo" delle preghiere e dei pensieri di luce ed amore... ed ho potuto comprendere che proprio nel tenore dei propri pensieri risiede una delle prime responsabilità spirituali di ogni persona.