AVVISO

La Chiesa Anima Universale COMUNICA
che la celebrazione delle funzioni domenicali delle ore 10 (Darshan)
è temporaneamente SOSPESA fino a NUOVO AVVISO.
(Vedi www.animauniversale.it)


domenica 4 dicembre 2022

Coscienza di Dio...

L'universo è così infinitamente vasto che innumerevoli stelle... immense galassie... esistono all'insaputa di noi, abitanti del pianeta terra.
Realtà così straordinariamente grandi è come se non esistessero, per gli esseri umani che le ignorano... e questo può accadere anche nei confronti di Dio:
Benché Lui sia l'Onnipresente che eternamente esiste, dentro e anche oltre l'universo fisico nel quale abitiamo, c’è anche chi rimane in una sorta di "buco nero"... creato dall'umana inconsapevolezza di Lui.

Invece... l' “Avvento” del Natale di Cristo trova terreno fertile... nella consapevolezza di chi si accorge della Sua Onnipresenza... nella Vita Divina* che incessantemente nasce in ogni essere vivente.

---
« Dio è per ciascuno di noi la coscienza che l'io” gli dà.
Il tuo scopo di vita sia annegare “io” nella Coscienza di Dio.»
(Swami Roberto)

---
*Nel mio blog “Un mio viaggio nel Soprannaturale sulle impronte di Swami Roberto”, puoi anche riflettere sulla peculiare concezione cristiana-ramirica del Cristo-Vita, seguendo la pista di approfondimento indicata all'interno della voce Vita (Nel Dizionario tematico).

domenica 27 novembre 2022

A proposito di Gloria...

Con il proverbio “chi si loda si imbroda”, la saggezza popolare ci ricorda la vanità dell'auto-glorificazione che, per esempio, anche nella tradizione orientale è disapprovata così: “Chi si mette in mostra da sé non verrà mai in luce, chi si approva da sé non verrà considerato, chi si vanta da sé non avrà valore, chi si gloria da sé non sarà glorificato” (Lao Tse).
Senonché... la "glorificazione" che spiritualmente conta non è nemmeno costituita dalle "lodi" del prossimo, che sono umanamente fallibili... e rispetto alle quali, oltretutto, bisogna sempre fare attenzione a non finire nella "trappola" della superbia. 
Infatti... è ben differente la prospettiva che ci viene indicata da questo celebre passo del Vangelo: “E come potete credere, voi che ricevete gloria gli uni dagli altri, e non cercate la gloria che viene dall'unico Dio?” (Gv 5,44)* 

---
Nel mio blog "Un mio viaggio nel Soprannaturale sulle impronte di Swami Roberto", puoi seguire una pista di riflessione che parte dalla voce "Gloria" (Nel Dizionario tematico)

---
*P.S. - Nel mio blog “Sui sentieri del Vangelo di Giovanni”, vedi il post Gv 5,44.  

domenica 20 novembre 2022

Il battito cardiaco dell'Amore...

Tra gli "avversari" da affrontare nella vita spirituale può presentarsi anche l'impulsività, che si manifesta in chi, per l'appunto, agisce o parla seguendo i propri impulsi, senza riflettere a sufficienza e quindi senza governare al meglio parole e azioni.

Accade allora che un po' come delle frecce... che una volta scoccate non possono evidentemente tornare indietro... anche le parole, o le azioni, impulsivamente espresse in modo sbagliato, non possono essere ritirate col senno di poi... e possono purtroppo provocare al prossimo anche delle "ferite" che poi sono molto difficili da rimarginare.

domenica 13 novembre 2022

Il fuoco... della fede

« L'assenza affievolisce le passioni mediocri ma accresce le grandi, come il vento spegne le candele e ravviva il fuoco.»
(F. de La Rochefoucauld, scrittore-filosofo francese del XVII° sec.)

Oltre che ai rapporti umani... questo aforisma ben si adatta anche alla “passione” della fede.
Nell'ambito del proprio rapporto con Dio, ad ogni credente può infatti accadere di trovarsi a vivere delle situazioni che in vario modo gli rendono difficoltoso percepire la Sua Presenza, fino a fargli talvolta sperimentare anche la sensazione di una Sua “assenza”.

giovedì 10 novembre 2022

Santa Benedizione per l’Anno Nuovo

Per ricevere il Dono della Santa Benedizione per l'Anno Nuovo, è possibile prenotare telefonicamente entro lunedì 12 dicembre.



domenica 6 novembre 2022

Beato chi può e vuole comprendere

Uno dei gesti più rivoluzionari custoditi nelle Sacre Scritture cristiane, è quello che Gesù ha compiuto pronunciando queste celebri parole: “Se dunque io, il Signore e il Maestro, vi ho lavato i piedi, anche voi dovete lavarvi i piedi gli uni gli altri.
Vi ho dato un esempio, infatti, affinché anche voi facciate come io ho fatto a voi.” (Gv.13,14-15).
Mediante questo servizio... che all'epoca era praticato dagli schiavi, obbligati a lavare i piedi ai padroni... il Cristo mostrava profeticamente ai suoi discepoli come la Grandezza spirituale, edificata sui “pilastri” umiltà e altruismo, sconvolga i criteri mondani di prestigio e potere materiale sui quali si basano invece le fatue grandezze terrene.

martedì 1 novembre 2022

Oggi...

Condivido con voi questo pensiero 💓
di ramia Diego

« Oggi, con il cuore pieno di gratitudine, celebro l’anniversario della mia Consacrazione, avvenuta 30 anni fa con ramia Mauro. Lui vive questo sacro momento dal Cielo di Dio insieme alla Madonna, Madre della nostra Chiesa.
Ricordo questo aneddoto particolare vissuto con ramia Mauro appena terminata la funzione della nostra Consacrazione.
Spontaneamente ci siamo abbracciati e gli ho detto: “E’ stato un momento indescrivibile, colmo di gioia, pieno di Spirito Santo!”. E lui: “Altroché!”.
E poi ha condiviso con me questo pensiero: Roberto ci dice sempre che il Vangelo è un invito a seguire il Cristo... la Via, la Verità e la Vita… e quanti accoglieranno il cammino spirituale indicato da Gesù… che ci ricorda che non siamo di questo mondo e ci invita a spogliarci di superbia ed egoismo… riceveranno il centuplo.
Poi, dopo essersi soffermato per un istante, ha aggiunto: “Certo che con noi Dio è stato tanto, ma tanto buono e tanto misericordioso! Perché a noi, il centuplo l’ha donato in anticipo qualche anno fa…”.
E tutti e due sorridendo ci siamo detti: “Sì! Quando ci ha fatto conoscere e incontrare Roberto! Una grazia più grande di così!!!”.»
(Ramia Diego)

domenica 30 ottobre 2022

Coraggio, dunque !

Tra le innumerevoli “offese” che purtroppo vengono rivolte al Padre nostro, ce n'è anche una che viene espressa senza volerlo... da parte di chi crede di aver commesso un male che non possa essere da Lui perdonato.
Questo tipo di pensiero “offende” il Padre nostro perché non tiene conto del fatto che il Suo Amore, essendo Divino, non ha limiti... e pertanto si esprime in una Misericordia altrettanto illimitata, di fronte alla quale l'unico male “imperdonabile” è in realtà quello compiuto da chi pensa di non avere nulla da farsi perdonare... perché evidentemente mente a se stesso negando il male commesso.

domenica 23 ottobre 2022

"Cosmo" interiore

In apertura della Genesi viene usata l'espressione “tohu wabohu” per indicare la realtà tenebrosa e confusa sulla quale Dio interviene mediante la manifestazione della Luce (Gen 1,2-3) affinché la primordiale confusione del caos... rappresentato, per l'appunto, dai termini ebraici “tohu” (informe) e “bohu” (vuoto/deserto)... lasci il posto al cosmo, ordinato dalle leggi fisiche a cui devono sottostare “le lampade del firmamento del Cielo”, come anche gli esseri viventi sulla Terra.

domenica 16 ottobre 2022

Dio ha tutti i cieli

Sin dall'antichità, uno dei grandi problemi che affliggono l'umanità è costituito dai muri religiosi... creati da quanti si fanno purtroppo interpreti di una fede intollerante, generatrice di varie forme di violenza.
Anche se molti “giustificano” questi muri con le differenze dottrinali esistenti tra le diverse fedi, essi sono in realtà “ingiustificati” per chiunque voglia accogliere nella sua vita il Divino Messaggio testimoniato dai Vangeli.

domenica 9 ottobre 2022

Umile preghiera

C'è un modo di intendere l'umiltà... che si traduce in una modestia che diventa falsa, nella misura in cui porta a pensare di dover negare a tutti i costi anche l'evidenza delle proprie qualità, come se riconoscerle volesse dire mancare di umiltà.

In realtà... poiché l'umiltà è indissolubilmente unita alla verità, non è umile chi pratica una modestia forzata che, oltretutto, nel disconoscere “per partito preso” le proprie capacità, talvolta può anche essere un modo mascherato per appagare l'orgoglioso desiderio di sentirsi... più umili di altri.

domenica 2 ottobre 2022

Divina rifrazione

Grazie alle sue caratteristiche naturali il diamante... che per la sua preziosità si è guadagnato sin dai tempi antichi l'attributo di “regina gemmarum”... ben si presta a simboleggiare la carità, regina delle virtù.
Infatti, come il diamante riceve la luce rifrangendola all'esterno di sé, in un brillare iridescente... anche la carità è la “gemma” spirituale che si rende riconoscibile in chi sa ricevere la Luce Divina facendola poi brillare anche all'esterno di sé... e facendosi così strumento della divina rifrazione che tra l'altro è mirabilmente immortalata nel celebre inno alla carità incastonato nella Prima Lettera ai Corinzi (1Cor 13,1-13).

domenica 25 settembre 2022

Intreccio... di Giustizia e Misericordia

A proposito di karma... c'è chi utilizza questo termine intendendolo come una mera punizione da espiare, una esperienza dolorosa da subire con fatalismo per “pagare” gli errori commessi in passato.
Ora... pur se il karma ci fa in effetti raccogliere i “frutti”  di quanto abbiamo seminato, facendoci pertanto vivere delle esperienze esistenziali che per noi possono essere talvolta “amare” proprio a causa di una cattiva semina... è anche vero che la Divina Legge karmica non esiste per “punire”... bensì per offrire l' “opportunità” di emendarsi, di rimediare agli errori commessi, di imparare a “seminare meglio”, cioè ad usare bene, nel modo migliore possibile, la propria libertà individuale.

domenica 18 settembre 2022

Nobili desideri...

“Chi sa limitare i suoi desideri è sempre ricchissimo” recita un proverbio popolare, rispetto al quale... dal punto di vista spirituale siamo peraltro chiamati a fare anche un passo in più, perché la “ricchezza” che in assoluto è per noi la più preziosa... ovvero il pieno risveglio e quindi la salvezza del nostro spirito... ci richiede anche la capacità di operare una fondamentale distinzione tra i “desideri” che effettivamente è necessario limitare, in quanto generati dal nostro egoismo... da quelli che invece vanno alimentati, perché suscitati dal nostro Sè spirituale.

domenica 11 settembre 2022

Allenamento virtuoso

Nel novero delle virtù spirituali, la pazienza ha la caratteristica di essere preziosa anche nell'esercizio delle altre, che per potersi esprimere abbisognano... per l'appunto... anche di pazienza.
Infatti, la fede e la speranza implicano per esempio anche la capacità di sopportare pazientemente i momenti difficili... per essere caritatevoli, bisogna saper anche pazientare di fronte agli spigoli caratteriali altrui... per essere prudenti, ci vuole anche la pazienza di attendere i momenti più opportuni per agire, ecc. ecc.

domenica 4 settembre 2022

Io Ti desidero, o Dio...

« O Signore, poiché in noi non c'è nulla che Tu possa remunerare, ma in Te c'è inesauribilmente ciò che Ti degni di elargire, strappami da me stesso e conservami in Te.
Opponiti a quel che ho fatto e difendi quel che hai operato (in me).
Allora soltanto sarò mio, se sarò stato Tuo.»

Questa antica preghiera (tratta dal "De Anima", di Cassiodoro) esemplifica la disposizione d'animo dell'orante che è consapevole di come i buoni “frutti” della sua esistenza terrena non dipendano dalle sole sue umane forze e capacità, bensì dalla Grazia divina che riesce ad accogliere nella sua vita.

domenica 28 agosto 2022

Motivo di speranza

Un modo per testare le condizioni della propria fede, può essere quello di "misurarsi" con un  passo neotestamentario che, ieri come oggi, invita i credenti... “a dare una risposta a chi vi chiede il motivo della vostra speranza” (cf. 1 Pt 3,15).

Poiché questo nostro mondo è attraversato da tante “voci” che diffondono scoraggiamento e desolazione... bisogna evidentemente andare controcorrente per testimoniare la speranza... e proprio le difficoltà che vanno affrontate per riuscire a dare questa testimonianza, costituiscono delle prove che, per l'appunto, “testano” la vitalità della nostra fede.

domenica 21 agosto 2022

Scorciatoia karmica

Nella “dimensione” della propria fede, una presa di coscienza di importanza “nevralgica” consiste nel rendersi conto che le condizioni di vita più o meno difficili che ci si trova ad affrontare non dipendono dalla Volontà del Padre nostro... di aiutare qualcuno di più e qualcun altro di meno... ma dipendono invece dalla personale libertà di ogni essere umano di farsi, o meno, aiutare da Lui.

lunedì 15 agosto 2022

Il Tempio... e gli alberi

Poiché la Sapienza divina “è un albero di vita per chi ad essa si attiene” (Pr 3,18)... il Tempio di Anima Universale [a] è la Terra Sacra nella quale pongono le loro “radici” spirituali tutti coloro che vogliono far crescere nella propria esistenza l'“albero” di vita spirituale che trae nutrimento dalla “Linfa” vitale dei Divini Insegnamenti donati da Swami. 

È “attenendosi ad essi”... cioè mettendoli fedelmente in pratica nella propria vita... che si  adora il Padre "in spirito e verità" (cf. Gv 4,23-34) [b] nel proprio "tempio" interiore.

domenica 7 agosto 2022

Battaglia da vincere...

“Chi è in difetto è in sospetto”
, recita un proverbio popolare riferito all'atteggiamento di chi... sentendosi in colpa per qualcosa... “sospetta”, e quindi si pone in uno stato d'animo diffidente, portato a fraintendere le altrui intenzioni.
Questo è per esempio ciò che fanno coloro che, avendo come si suol dire "la coda di paglia", male-interpretano delle parole innocue, ignare o semplicemente casuali... come se fossero allusioni, critiche o accuse.

Poiché questa “sospettosità” è alimentata anche dalla paura dell'umiliazione e degli svantaggi conseguenti al fatto che i propri difetti e colpe diventino noti agli altri... una via maestra per liberarsene consiste nel combattere questa paura... sfoderando il coraggio e l'onestà di affrontare i propri errori.

domenica 31 luglio 2022

Oltre le montagne...

In un apologo tratto dai suoi Dialoghi, si legge che un giorno Confucio... per spiegare ad un suo allievo che la conoscenza consiste nell'essere consapevole di sapere delle cose, ma anche di non saperne delle altre... gli dice che chi acquisisce questa consapevolezza è un po' come se si trovasse sul crinale di una montagna... da dove può contemplare visivamente l'intera realtà comprendente sia il versante assolato (che rappresenta ciò che lui conosce) sia il versante in ombra (che rappresenta la parte della realtà di cui invece non è consapevole). 

domenica 24 luglio 2022

Libero servizio

Un errore da non commettere, nel modo di rapportarsi alla propria personale libertà... è quello di limitarsi a considerarla in se stessa un fine, anziché il mezzo per raggiungere il fine spirituale della propria vita.
Per evitare di cadere in questo equivoco... non bisogna assecondare l'ego, che preferirebbe sempre restare libero di fare ciò che meglio desidera, come e quando crede, libero da qualsiasi impegno e responsabilità...  ma bisogna invece far “vivere” il proprio Spirito, che nell'esprimere appieno la sua essenza divina sa anche subordinare la libertà all'amore del prossimo, e quindi al “servizio” delle altrui necessità (cf. Mt 20,26-28).

domenica 17 luglio 2022

A proposito di amicizia...

Tra le sfaccettature dell'amicizia, c'è quella ricordata da questo aforisma:  “La principale necessità della nostra vita, è qualcuno che ci faccia fare quello che possiamo fare. Questo è il compito di un amico” (R. Waldo Emerson).

E visto che l'amicizia non è una via a senso unico, bensì a doppio senso di marcia, è importante ricordare che anche noi abbiamo la stessa responsabilità nei confronti dei nostri nostri amici... di aiutarli a tirar fuori il meglio di loro... e anzi...

domenica 10 luglio 2022

Origine celeste

“L'uomo è una pianta celeste e non terrena”... e la realtà celeste “è al tempo stesso la sua origine e il termine al quale egli aspira”.
Questa metafora di Platone – che fu il filosofo maggiormente “ascoltato” dai primi teologi cristiani – è particolarmente efficace nel ricordarci che la “pianta” del nostro essere spirituale... per vegetare e fruttificare... deve trarre il suo nutrimento dal Cielo di Dio, perché è proprio lì che si trovano le “radici” del nostro spirito eterno.
In questa prospettiva... Conoscenza di Dio, Fede e Preghiera sono i mezzi che oltre a permetterci di attingere la “Linfa” divina indispensabile alla nostra vita spirituale... fanno anche “riassaporare” al nostro spirito la sua Origine celeste [*].

---

« Guarda bene... non hai bisogno di andare lontano per trovare ciò che hai già nel tuo cuore.
In te vi è il DNA dell'Eterno.»
(Swami Roberto)

---
[*] Per riflettere su questo argomento, in questo mio blog, puoi vedere i post:

In principio

Fede "creativa"

domenica 3 luglio 2022

Fai attenzione...

“Le parole dei saggi fanno gustare la scienza mentre la bocca degli stolti esprime sciocchezze” (Pr 15,2)
Con queste parole l’autore biblico denuncia la stoltezza che si rende riconoscibile dal modo di parlare... e alla quale per esempio si riferiva anche lo scrittore Oscar Wilde quando, con la sua penna graffiante, scriveva: “C’è gente che ama parlare di niente. È l’unico argomento di cui sa tutto”.

Pur se il naturale“antidoto” alla stoltezza è il discernimento... che evidentemente non può mancare in chi si propone di parlare a ragion veduta… ciò che è comunque altrettanto indispensabile è la "semplice" attenzione... a non dire la prima cosa che passa per la testa, senza riflettere.