giovedì 18 luglio 2024

Non “fare”... bensì “essere”

“All'umiltà felicità, all'orgoglio calamità”
“L'orgoglio è stoltezza, l'umiltà è saviezza”
(Proverbi popolari)


Per tenersi alla larga dalla stoltezza dell'orgoglio, coltivando invece la saviezza dell'umiltà, bisogna tra l'altro evitare l'equivoco nel quale cadono coloro che... confondendo l'essere con l'apparire... si atteggiano da persone umili al fine di essere considerate tali, aderendo ad un cliché che li fa apparire moralmente a posto.

Essendo estranea a qualsiasi forma di calcolo e/o opportunismo, l'umiltà in realtà non abita in coloro che si propongono, per questa o altre ragioni, di “fare” gli umili... ma prende invece dimora nelle persone che si danno da fare per “essere” interiormente vere [a] percorrendo la via dei “puri di cuore” (cf. Mt 5,8) [b].

---
« Il vero umile non è l’uomo che si mette “in atteggiamento chino”, che “si predispone per fare l’umile”… ma colui che lo è spontaneamente nell’interiorità.
La spontaneità nasce sempre dalla naturalezza.
L’umiltà trova dimora nella purezza d’animo.»
(Swami Roberto)

---
In questo blog, puoi compiere un cammino di riflessione sulla via dell'umiltà, rivisitando questi post:
[a] Lavori in corso
L'umiltà...
Piegando le ginocchia
Umilmente...
Fiore spontaneo
Per vedere... oltre il proprio naso
Umile preghiera
Riempirsi di Dio...  

... e puoi anche riflettere sul tema spirituale della purezza, rivisitando questo post:
[b] Obiettivo... e responsabilità

giovedì 11 luglio 2024

Al di sopra della nostra umana natura...

« Non dire: “Come ha fatto a me, così io farò a lui; renderò a ciascuno come si merita!”.» (Pr 24,29)
« Non dire: “Renderò male per male”; confida nel Signore ed egli ti libererà.» (Pr 20,22)


Chi si vendica dei torti subiti “butta benzina sul fuoco” del male, entrando in un circolo vizioso che purtroppo lo vincola all'odio.
Invece, chi confida nel Signore percorrendo la via del perdono  (cf. Mt 18,21-22)... ottiene una vera e propria liberazione, slegandosi dalle catene del rancore e della vendetta.  

giovedì 4 luglio 2024

Saper ascoltare

“Saper ascoltare significa possedere, oltre al proprio, il cervello degli altri” recita un aforisma attribuito a Leonardo Da Vinci, che va evidentemente riferito a quel “saper ascoltare” che ha in sé anche la capacità di ragionare poi con il cervello proprio, anziché con quello altrui.

C’è infatti una grande differenza tra chi esercita un tipo di ascolto che, passivamente, tende a conformarsi al cervello degli altri, “omologandosi” all’altrui prospettiva… e chi invece utilizza la capacità di ascoltare per ampliare le proprie vedute... ovvero da un lato per comprendere i punti di vista del prossimo e poi, dall’altro, anche per vagliarli alla luce del proprio personale discernimento. 

giovedì 27 giugno 2024

Nel poco... e nel molto

« Come davanti a un serpente, fuggi il peccato: se ti avvicini ti morderà.
Denti di leone sono i suoi denti, capaci di distruggere vite umane.» (Sir 21,2)


Per scongiurare il rischio paventato da questo antico ammonimento biblico, bisogna starsene alla larga da ogni forma di male, compreso quello che si traveste da “piccolo” male e che, proprio perché apparentemente “innocuo”, può provocare grandi danni agli incauti che gli si avvicinano [a]... come per esempio si evince anche da questo versetto tratto dalla tradizione orientale:

giovedì 20 giugno 2024

Fermarsi e Ascoltarsi...

“La felicità è come una farfalla: se la insegui, non riesci mai a prenderla; ma se ti metti tranquillo, può anche posarsi su di te”.

Come a dire... che non si tratta tanto di rincorrere la felicità, quanto invece di creare interiormente le condizioni giuste per lasciarsi raggiungere.
Senonché, la metafora proposta da questo aforisma attribuito a N.Hawthorne (scrittore statunitense, secolo XIX) lascia anche trasparire il carattere instabile di quel tipo di felicità che, come una farfalla, dopo essersi posata... può poi riprendere il volo e allontanarsi.

giovedì 13 giugno 2024

Sii una splendida novella


« Val più la pratica che la grammatica » (Proverbio popolare).

Questo principio, ovvero il fatto che la pratica di una certa realtà, personalmente sperimentata, ha maggior valore della sua mera conoscenza teorica (grammatica)... trova applicazione in vari ambiti della nostra esistenza.

Per esempio, nella nostra dimensione interiore a fare la differenza è evidentemente la pratica (e non la sola grammatica) di ciò che abbiamo capito... e lo stesso dicasi anche quando si tratta di testimoniare al prossimo la nostra fede.

---
« La tua vita è il tuo messaggio. Che sia una splendida novella.»
(Swami Roberto)

giovedì 6 giugno 2024

Nel Cielo di Dio...

“Non esiste un vascello veloce come un libro per portarci in terre lontane
né corsieri come una pagina di poesia che s'impenna.
Questa traversata può farla anche il povero senza oppressione di pedaggio
tanto è frugale il carro dell'anima.”
(Emily E. Dickinson)


In effetti... sin dai tempi della scuola mi è sempre piaciuto compiere queste “traversate”... imbarcandomi sui tanti libri che mi hanno portato ad esplorare terre lontane... e/o cavalcando pagine di poesia che hanno fatto impennare sentimenti ed emozioni.

giovedì 30 maggio 2024

Bocca da aprire

« Bocca che tace nessuno l'aiuta »
(Proverbio popolare)


In effetti, per poter ricevere un aiuto da qualcuno è innanzitutto necessario che questo “qualcuno” sia al corrente del fatto che ne abbiamo bisogno.
Così, in certi frangenti della propria vita per farsi aiutare bisogna avere il coraggio di “aprire bocca”... per esempio con un proprio familiare, oppure con una persona amica... esternando i propri eventuali problemi, parlando delle proprie necessità e aspirazioni... che altrimenti rimarrebbero per loro sconosciute.

giovedì 23 maggio 2024

Misericordia... data e ricevuta

Se si immagina di tracciare un “profilo” di Dio che ne sintetizzi la Realtà così come viene presentata nelle Sacre Scritture, uno degli aspetti da cui partire è indubbiamente la Sua Misericordia, dalla quale fluisce il Divino Disegno di Salvezza immortalato nelle pagine bibliche.  

Derivando dal latino “misèreo” (ho pietà) e “cor-cordis” (cuore), la parola “misericordia” ci parla del cuore toccato dalla sofferenza altrui... e quale supremo attributo di Dio la Misericordia è stata tradizionalmente compresa in questo senso:
Il Padre nostro, che incessantemente ama tutti noi esseri viventi, viene “toccato” dalla miseria della nostra condizione terrena, e quindi misericordiosamente ci soccorre a fronte delle nostre difficoltà e sofferenze.

giovedì 16 maggio 2024

Forza Divina in azione...

Il fuoco... che nel piano fisico brucia, illumina, riscalda... nella tradizione cristiana è uno dei simboli dello Spirito Santo.
In risposta alla preghiera rivoltaGli con fede, il Fuoco dello Spirito Santo si manifesta infatti dentro di noi come la Forza Divina che:

brucia ciò che è estraneo alla purezza del suo Divino Amore [a]...

illumina il nostro universo interiore dissipando le tenebre dell'ignoranza spirituale [b]...

riscalda i nostri cuori “infiammandoli” all'amore di Dio e degli altri esseri viventi [c].

domenica 12 maggio 2024

Oggi...


Oggi, nel giorno del mio compleanno 🌞
condivido con voi la gioia che ho nel cuore.
Vi abbraccio
❤️🤗😘

giovedì 9 maggio 2024

Fare... il bene

Le nostre azioni generano anche dei  “frutti” karmici [a] che maturano nel tempo e si manifestano successivamente attraverso delle esperienze che hanno “sapori” esistenziali diversi... a seconda della “qualità” etica di ciò che abbiamo seminato con il nostro comportamento.
Stamattina mi sono ritrovato a pensare ad uno di questi “frutti”, mentre accostavo due versetti che provengono rispettivamente dall'antica tradizione religiosa d'Oriente e d'Occidente:

giovedì 2 maggio 2024

Fedeltà alla parola...

« Una sola sia la tua parola » (Sir 5,10)

La nostra parola è “una sola”... quando sappiamo restare fedeli alla “parola” data al nostro prossimo.

E' ancora la fedeltà a far sì che resti “una sola” anche la “parola data” alla nostra coscienza... quando sappiamo rispettare gli impegni presi con noi stessi.

giovedì 25 aprile 2024

Libertà... da liberare

Oltre al diritto alla libertà che i moderni ordinamenti giuridici garantiscono (o dovrebbero garantire) ad ogni essere umano... esiste anche un'altra libertà che per ciascuno di noi è assolutamente fondamentale, e che nessuno può garantirci... perché appartiene a ciascuno di noi la responsabilità di compiere il percorso interiore che si rende individualmente necessario per conquistarla.

A questa libertà si riferiva per esempio Gesù quando diceva “conoscerete la verità e la verità vi farà liberi” (Gv 8,32) [a] .. mettendo dunque in risalto la necessità di essere illuminati dalla Verità divina, per essere autenticamente “liberi”.

giovedì 18 aprile 2024

C'è più felicità...

In quale modo è possibile raggiungere la felicità... intesa come il benessere di chi si sente sereno, in pace con se stesso, pienamente appagato nelle proprie aspirazioni più profonde?
Per dare risposta a questo interrogativo, e quindi per riuscire ad avanzare sulla via che conduce a questo fondamentale obiettivo esistenziale... è assolutamente importante saper tener conto anche della verità custodita nel celebre passo degli atti degli apostoli che riporta queste parole di Gesù « C'è più felicità nel dare che nel ricevere ! » (At 20,35).

martedì 9 aprile 2024

Buon Compleanno Swami


Incessantemente Ti fai Dono...
effondendo su di noi le Grazie,
 gli Aiuti spirituali e le Benedizioni
che ci sostengono
 nel cammino della nostra vita...
e offrendoci la Luce 
dei tuoi Divini Insegnamenti,
che ci guidano sulla via
della resurrezione interiore.
Buon Compleanno Swami, 
inesauribile Fonte di Amore 
💖


domenica 31 marzo 2024

Buona Pasqua

Dentro di noi celebriamo una resurrezione ogni volta che passiamo dalla “morte” dei nostri momenti di superficialità ed egoismo...  alla “vita” delle nostre manifestazioni di attenzione e di bontà verso qualcuno.
E ci facciamo testimoni e collaboratori della Pasqua, ogni volta che aiutiamo una persona ad uscire dalla “morte” della tristezza e dello sconforto, spronandola a rinascere alla “vita” della fiducia e della speranza.
Buona Pasqua a tutti voi.

giovedì 21 marzo 2024

Talenti da sfruttare

“Campare senza fatica è una voglia molto antica” (proverbio popolare)

Pur se umanamente risulterebbe comodo un po' a tutti trovare, come si suol dire, “la pappa fatta”... ovvero disporre di tutto ciò che serve senza dover fare alcuna fatica… in realtà gli obiettivi veramente importanti della nostra vita ci richiedono la capacità di dare piena espressione alla nostra buona volontà... e quindi anche di affrontare le rinunce e gli sforzi che si rendono necessari per raggiungerli.

giovedì 14 marzo 2024

Come un'eco oltre il tempo...


Tra gli innumerevoli sentieri spirituali che si diramano nelle pagine del Vangelo, quello orientato verso la Beatitudine promessa a coloro “che sono nel pianto, perché saranno consolati” (Mt 5,4) può rivelarsi una via particolarmente impegnativa da percorrere... dal momento che l'esperienza della sofferenza porta con sé difficoltà e dolore... suscita timori e interrogativi... mette alla prova la fede.

Un tradizionale approccio all'argomento è suggerito da questo celebre versetto neotestamentario: “E' per la vostra correzione che voi soffrite! Dio vi tratta come figli; e qual è il figlio che non viene corretto dal padre?” (Eb 12,7).
Questo principio spirituale

giovedì 7 marzo 2024

In ricordo di lei...

Tra gli avvenimenti della vita di Gesù testimoniati nei Vangeli, ce n'è uno che vede come protagonista una donna, alla quale Gesù si riferisce con queste parole : “dovunque sarà proclamato il vangelo, per il mondo intero, in ricordo di lei si dirà anche quello che ha fatto” (Mc 14,9; cf. Mt 26,13).
Questo avvenimento memorabile si è compiuto a “Betània, nella casa di Simone il lebbroso”:
Mentre Gesù sedeva a mensa, era giunta “una donna che aveva un vaso di alabastro, pieno di profumo di puro nardo, di grande valore. Ella ruppe il vaso di alabastro e versò il profumo sul suo capo” (Mc 14,3).
Non avendo capito l'accaduto, i discepoli avevano reagito con indignazione (cf Mt 26.8)... e allora Gesù era intervenuto spiegando loro che quella donna aveva appena unto il Suo Corpo “in anticipo per la sepoltura” (cf. Mc 14,8), e quindi in vista della Sua Pasqua di Resurrezione.

giovedì 29 febbraio 2024

Lo sai benissimo...


“Il bene che tu fai non è sprecato mai!”
“Un cuor magnanimo vuol sempre il bene, anche se il premio mai non ottiene”.
(Proverbi popolari)


E' un banco di prova per la propria volontà di fare del bene... la possibilità che “il premio mai non si ottenga”, ovvero che si riceva in cambio indifferenza e ingratitudine.

giovedì 22 febbraio 2024

Funzione vitale

“La fede è fondamento di ciò che si spera e prova di ciò che non si vede”
(Ebr 11,1)

Toccando il tema vitale del rapporto tra fede e speranza, questo celebre passo neotestamentario mette in risalto un aspetto fondamentale:
Bisogna che la nostra Fede sappia essere “prova”... ovvero sappia “dimostrare” alla nostra interiorità l'effettiva e certa realtà “di ciò che non si vede”... perché la nostra esistenza terrena possa essere “trasfigurata” dalla Speranza.

Infatti... soltanto quando è ben radicata sul solido “fondamento” della nostra Fede, la nostra Speranza può svolgere pienamente la sua funzione “vitale”... permettendoci di oltrepassare i confini materiali dell’esperienza che stiamo vivendo, e alimentando in noi la fiducia nella possibilità che Dio... in risposta alla nostra fede e alla nostra preghiera... renda possibile anche ciò che umanamente sembrerebbe impossibile.

mercoledì 14 febbraio 2024

Essere dalla parte della Verità... dell'Amore

“Chiunque è dalla verità, ascolta la mia voce” (Gv 18,37).

Un aspetto basilare della relazione che ogni credente instaura con la verità, è evidenziato dalla particolarità dell'espressione che compare in questo versetto del Vangelo di Giovanni nel quale Gesù... che in precedenza aveva parlato di chi “fa la verità” (Cfr. Gv 3,21) [a]... adesso si riferisce invece a chi “è dalla verità”.
Il Cristo afferma che queste persone... proprio per il fatto di essere “dalla verità”... sono ricettive alla “sua voce”... e quindi “ascoltano” il Verbo Divino incarnato nel mondo per “dare testimonianza alla verità” (Gv 18,37).

giovedì 8 febbraio 2024

Obiettivo... e responsabilità

“Beati i puri di cuore, perché vedranno Dio” (Mt 5,8)

Questa beatitudine... ovvero questo stato di felicità annunciato da Gesù a coloro che realizzano in sé la purezza di cuore, può anche apparire come un obiettivo pressoché impossibile da raggiungere... vista l'abbondanza di difficoltà e limiti che possono caratterizzare la nostra umana esperienza, ostacolando in vario modo i nostri tentativi di percorrere la via della purezza.

Sennonché... l'essere puri è invece un obiettivo alla nostra portata... e a rendercene conto può aiutarci la constatazione del fatto che la purezza non è una virtù che richieda l'acquisizione di qualcosa di esterno a noi...

giovedì 1 febbraio 2024

Orecchi per intendere

Un proverbio orientale ricorda che “Dio ci ha dato due orecchie ed una sola bocca per ascoltare almeno il doppio di quanto diciamo” e... visto che la matematica non è un'opinione... non si può che essere d’accordo :-)
Purché si tenga sempre presente che Dio ci ha dato anche un cervello per fare le necessarie distinzioni... tra i momenti nei quali le orecchie, di fronte a certi spropositi, è meglio “tapparsele”... ed i momenti nei quali conviene invece aprirle a più non posso, per ascoltare con il massimo dell'attenzione.
Quest'ultimo è il caso del Darshan di Swami, per il quale calza a pennello il versetto biblico che dice: